Header Ads

The Extinct Dreams "Shining Of Beyond"

Backfire Productions/Stygian Crypt Productions, 2010
Genere: Funeral Doom/Death Metal


La Russia partorisce act doom con assiduità, star dietro a tutto ciò che gira in quel panorama nazionale è divertente, sfiancante e non sempre fruttuoso, alle volte però ti accorgi che band lasciate in disparte dopo un primo disco che ti aveva fatto pensare "what a hell?", hanno trovato la propria strada e pur non essendo diventate chissà che, adesso riescono a trasmettere qualcosa.
I The Extinct Dreams, dopo un "Ars Moriendi" (2008) imbarazzante, due anni fa rilasciarono un platter di quattro tracce intitolato "Shining Of Beyond" (2010) del quale uso il nome in inglese dato che per il resto non ho avuto appigli, la tracklist è in cirillico, i testi sono in lingua madre e anche se ciò dovrebbe essere d'aiuto per caratterizzare un minimo la proposta, di certo non mi offre la possibilità di addentrarmi a pieno nel loro mondo.

Funeral doom melodico, fortemente influenzato dalle correnti ambient, è un ricircolo continuo d'atmosfere pregne di grigio e sfumature che abbracciano il nero che percorrono le canzoni in lungo e largo, i due pezzi mastodonte che per comodità chiamerò 2 e 4, bui, grevi e carichi di drammaticità.
La tastiere tessono trame eteree poste a supporto, il growl animelesco di tanto in tanto trova come contraltare la presenza di voce femminile, l'impostazione e le schematiche del songwriting non trascendentali ma efficaci, nei frangenti enormemente cupi potrebbero anche ricordarvi creature australiane come i Mournful Congregation, mentre l'aspetto melodico edulcorato da sezioni acustiche e dal distacco dalle sensazioni terrene per merito d'interventi esplicitamente ambient proietta l'altro lato della medaglia, ci rendono partecipi dei notevoli passi in avanti compiuti dal combo.

I The Extinct Dreams, l'interesse con "Shining From Beyond" riescono a stuzzicarlo, certo la voce pulita non è proprio il massimo e non sembra incidere granché nel contesto, probabilmente in questi ultimi anni sono state rilasciate tante di quelle release di questo tipo che fra deja vù e una latenza di personalità, problema comunissimo del resto, qualche momento di stanca si presenta all'orecchio, però finalmente il loro operato suona come qualcosa di definito, di voluto e realizzato con un criterio preciso.

Consiglio l'ascolto di quest'album a coloro che possiedono un fervido innamoramento per il filone più melodico del funeral; è un lavoro gradevole e sintomo che c'è speranza d'ascoltare da loro produzioni ben più degne in futuro.

Recensione a cura di: Tomb
Voto 65/100


Tracklist:
1. Сияние (брахмаджйоти)
2. По ту сторону
3. Трансценденция
4. Крик отчаяния (развоплощение)

DURATA TOTALE: 39:14

http://www.myspace.com/theextinctdreams

Nessun commento

Powered by Blogger.