Header Ads

Unleashed "As Yggdrasil Trembles"

Full-length, Nuclear Blast Records, 2010
Genere: Death Metal

Un nuovo Unleashed, a distanza di due anni dal fortunato ritorno a sonorità cazzute con "Hammer Battalion", mi faceva presagire l'ennesimo massacro ed ecco che Johnny Edlund & co. riescono a fare anche meglio.
"As Yggdrasil Trembles" riporta in auge ancor più la fiamma vichinga, fluida scorre al suo interno, dodici brani che al pari di una tempesta si abbattono sull'ascoltatore scuotendolo e sballottandolo di piacere.
L'album del ritorno a sonorità più scure e prettamente old non può che far gioire qualsiasi fedele appassionato di death metal. Non vi sono pause, non vi sono cali, fra melodie, groove armeggiante, assoli devastanti ad opera di Fredrik Folkare (ex Sieberburgen) che annichiliscono per incisività, incastrati all'interno d'intelaiature solide come mattoni ne accrescono il già pregiato valore. Discorso a parte merita la voce di Johnny, cattivo, pressante, battagliero più che mai, staglia le sue linee sopra le basi inondandole di quella forza sprezzante che lo contraddistingue da anni, inossidabile. Sfracellano la concorrenza in un duemiladieci che seppur nella sua parte ancora iniziale denota come le vecchie glorie facciano ancora il culo ai giovani rampanti. Immolation e Unleashed sugli scudi poco da fare, gli svedesi non mettono una nota fuori posto, non c'è attimo dove la testa non si sbatta a dovere fra le accelerate di "So It Begins" e "Chief Einherjar" (quest'ultima peraltro dotata di una carica heavy disarmante), la marzialità di "Master Of The Ancient Art", la virata horror di "Cannibalist Epidemic Continues" o l'accoppiata spaccacranio "Return Fire"/"Dead To Me" sono tutti segni di quanto gli Unleashed siano grandi adesso.
La produzione è perfetta, i suoni distinti, la profondità con cui ogni singolo colpo di rullante o cassa si espande dona un valore aggiunto (come se ce ne fosse bisogno) a questo "As Yggdrasil Trembles". Se questo non bastasse, nella versione digipack viene reso onore a Chuck Schuldiner con la riproposizione in versione propria di "Evil Dead", e attenti a dove mettete la mani quando l'ascoltate.

Dal tempo dei Nihilist, di cui lo stesso Johnny era membro sino a oggi, di acqua sotto i ponti ne è passata parecchia, eppure il death metal svedese ha sempre potuto contare sulla sua figura e sulla formazione di cui è leader indiscusso. Non esistono scuse per non comprare quest'album, se vi ritente amanti del genere DEVE entrare a far parte della vostra collezione insieme ovviamente ai loro primi capitoli.
BUY OR DIE!!!

Recensione a cura di: Tomb

Voto: 87/100

Tracklist:
1. Courage Today, Victory Tomorrow!
2. So It Begins
3. As Yggdrasil Trembles
4. Wir Kapitulieren Niemals
5. This Time We Fight
6. Master of the Ancient Art
7. Chief Einherjar
8. Return Fire
9. Far Beyond Hell
10. Dead to Me
11. Yahweh and the Chosen Ones
12. Cannibalistic Epidemic Continues

http://www.unleashed.se/
http://www.myspace.com/unleashed

1 commento:

  1. Kosmos Reversum13 aprile 2010 14:20

    Ottima rece, lo devo ascoltare al più presto!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.