Header Ads

Anata "The Conductor's Departure"


Full-length, Wicked World / Earache, 2006
Genere: Technical Death Metal


Gli Anata rappresentano uno dei pochi, autentici, appigli per quanto riguarda il futuro del Death Metal tecnico.
Con questo "The Conductor’s Departure", registrato da Valle Adzic (Beseech, Lake Of Tears, The Crown, Impious) presso gli StudioMega di Varberg in Svezia, l'incredibile act svedese mette a segno un altro colpo di classe sopraffina, spingendo ancora oltre il proprio personalissimo modo di intendere la musica estrema, regalandoci un album ancora più ricco di spunti sorprendenti rispetto al già o
 ttimo predecessore "Under A Stone With No Inscription".
Va subito detto che la musica contenuta in questo disco, per chi già non conoscesse la band, necessita di ascolti attenti e ripetuti, oltre ad un certo approccio cerebrale alla materia perché, di primo acchito, si potrebbe rimanere spiazzati dinanzi alla tecnicissima e originale proposta musicale di questa formazione.
Sin dalla opener "Downward Spiral Into Madness" veniamo investiti da ritmiche velocissime, dove si stagliano riffs intricati e conditi da un senso della melodia molto particolare e ricco di dissonanze che mi ha ricordato, concedetemi l'espressione, alcune soluzioni tipicamente prog. Con la successiva "Complete Demise" si sfiora il capolavoro, dove la potenza prende il sopravvento sulla raffinatezza incastonando il "solito" gusto tecnico e contorto su un riffing che mi ha ricordato i migliori Morbid Angel.
Quasi impossibile, poi, rimanere indifferenti all'incredibile lavoro chitarristico di "Better Grieved Than Fooled", graziata da uno stacco centrale molto fusion-oriented.
Da menzionare ancora "The Great Juggler", dall'incedere groovy e trascinante, "Renunciation", che presenta insolite influenze vagamente Black Metal, ovviamente inglobate nell'universo Anata, e la conclusiva, devastante title-track.

Inutile dire che ci troviamo di fronte ad un lavoro dalla fortissima personalità, dove ogni strumento è valorizzato al massimo al fine di creare un'opera che sicuramente è destinata a dìventare un classico del Brutal/Techno Death Metal.

Recensione a cura di: Kosmos Reversum
Voto: 80/100


Tracklist:
1. Downward Spiral Into Madness
2. Complete Demise
3. Better Grieved Than Fooled ]
4. The Great Juggler
5. Cold Heart Forged in Hell
6. I Would Dream of Blood
7. Disobedience Pays
8. Children's Laughter
9. Renunciation
10. The Conductor's Departure

http://www.anata.se/
http://www.myspace.com/anata

Nessun commento

Powered by Blogger.