Header Ads

Until Death Overtakes Me "Symphony III - Monolith"


Full-length, Flood The Earth Records, 2006
Genere: Funeral Doom Metal


L’inesorabile passare del tempo che conduce lentamente alla fine dei nostri giorni. L’incapacità di reagire al cospetto di una esistenza dolorosa, angosciante, a cui segue l’impossibilità di trovare alcuno spiraglio di gioia in questa vita terrena. Quindi l’inevitabile passaggio ad una dimensione che forse, finalmente, restituirà quella pace e serenità che per tutta la vita abbiamo cercato invano.

“Symphony III – Monolith”, quinto capitolo discografico (e ad ora, penultimo) della creatura del belga Stijn Van Cauter, rappresenta in maniera agghiacciante tutto ciò, lavoro avvolgente e morboso, tanto da renderne difficoltoso l’ascolto tutto d’un fiato, tanto opprimente e negativo è il feeling che lo pervade.

L’album si compone di quattro lunghissime tracce, per un totale di quasi ottanta minuti di agonia, dove a scandire i tempi sono solo alcuni rintocchi di funeree campane, growls asfissianti, chitarre dilatate all’inverosimile e tappeti di tastiere che fungono da contorno ideale all’atmosfera mortifera che viene emanata per tutto l’album.
La negatività e il senso di disagio di questa one-man band sono realmente palpabili, infatti ne consiglierei l’ascolto di notte, magari immersi in un paesaggio lugubre e misterioso, dove anche le figure che alla luce del giorno sembrano essere del tutto innocue acquistano, con l’oscurità, sembianze mostruose e spaventose.

Un ascolto per pochi eletti quindi, perché la sensazione di nodo alla gola a tratti diventa insopportabile. Questo è un vero e proprio incubo sonoro capace di creare un reale senso di disagio e oppressione.
Trattasi in ogni caso di un disco piuttosto interessante, perché in esso si trascende il concetto di musica intesa in senso stretto, poichè le note fungono da ingrediente fondamentale per un processo di catarsi dello spirito finalizzata all’avvicinamento ad una oscura dimensione ultraterrena.

Recensione a cura di: Kosmos Reversum
Voto: 72/100


Tracklist:
1. Thus... (Instrumental) 03:13
2. Funeral Dance 22:52
3. Monolith 15:47
4. Soon... 32:18

http://udom.nulll-void.com/
http://www.myspace.com/untildeathovertakesme

2 commenti:

  1. Disco che non mi ha entusiasmato rimane inglobato nella maree d'uscite similari perchè la qualità rasenta di poco la sufficienza per quanto mi riguarda.

    RispondiElimina
  2. Questo gruppo è da sempre stranamente sopravvalutato a mio avviso, e sì che ce n'è di roba notevole in ambito funeral doom

    RispondiElimina

Powered by Blogger.