Header Ads

Intervista: GABRIELS


Un tastierista di talento che fa parte del panorama italiano, e che ha invitato molti ospiti per la realizzazione del suo ultimo album "Fist of the Seven Stars - Act 3: Nanto Chaos", di cui potete leggere la recensione cliccando sul link appena sopra. Abbiamo intervistato Gabriels e ci ha parlato un po' del suo progetto!

1. Ciao Gabriele e benvenuto. Vuoi parlarci della tua formazione e dei tuoi studi musicali? 
Gabriels: Ciao a tutti e grazie dello spazio, ma certo, io ho iniziato a studiare il pianoforte da bambino all'età di 7 anni per seguire mio papà che anche lui è musicista. Mi sono diplomato in conservatorio sia in pianoforte che in tecnologie musicali e composizione elettronica e negli anni la mia passione per il rock e il metal si è fatta sentire. 

2. Quali sono state le tue fonti di ispirazione e che peso hanno avuto nel tuo modo di comporre odierno? 
Gabriels: Io sono cresciuto negli anni 80/90 e con la mente sono rimasto molto ancorato a quegli anni. Ormai credo si sappia che il mio idolo è sempre stato Yngwie Malmsteen e posso asserire che da sempre ho tratto ispirazione da lui e non solo. Ovviamente parlo di tutta la musica Classica e da tutto il rock anni 80. 

3. "Fist of the Seven Stars - Act 3: Nanto Chaos" è un concept album. Vogliamo parlare più nel dettaglio delle liriche? 
Gabriels: Le mie liriche non sono altro che recitar-cantando...sono esattamente tutte le scene dell'opera che si susseguono. Non sono altro che i dialoghi tra i personaggi di quella determinata scena. 

4. Come nasce un tuo brano di solito? 
Gabriels: di solito nasce sempre per caso, all'improvviso mi viene l'ispirazione e vado subito al piano per provare l'idea...poi da quella nasce tutto il resto. A volte mi capita spesso di sognare anche la musica e devo essere fortunato se me la ricordo al mio risveglio :) 

5. In questi anni come si è evoluto il sound di Gabriels? Ci sono stati grossi cambiamenti rispetto al passato? 
Gabriels: mmm... direi che prima ero più orientato verso il power a tratti prog, adesso sto un pò allegerendo tutto perchè credo sia più il mio stile da sempre. 

6. A parte questo periodo sfortunato per tutti, hai in programma un'attività live di supporto al nuovo album? 
Gabriels: Purtroppo no, in questo periodo non ho tempo di pensare ai live... il mio pensiero è sempre rivolto a produrre nuovi dischi senza contare che portare live FOTSS sarebbe davvero molto difficile visto il numero dei cantanti a cui dovrei far fronte. 

7. Stai già lavorando a nuova musica e come pensi si evolverà in futuro? 
Gabriels: Si sto già lavorando a 2 nuovi dischi da solista e poi al nuovo Vivaldi Metal Project che mi vedrà di nuovo in veste di arrangiatore, compositore e tastierista. Il 4 atto di Fist of the seven stars è già praticamente pronto ma prima pubblicherò una nuova rock opera, anche questa già pronta, stavolta su Dracula e sarà intitolata Dragonblood con tanti nuovi ospiti. 

8. Ti sei avvalso di molti guest per questo nuovo album. Vogliamo parlarne un po'? 
Gabriels: Si certo primi su tutti Wild Steel che ormai mi accompagna dal primo atto interpretando Ken e cioè il protagonista. Poi anche altri sempre stabili come Dino Fiorenza, Beto Vazquez, Dario Grillo o Jo Lombardo ma in questo nuovo atto si sono aggiunti molti altri come Ivan Drake (Juda), Tommy Johansson (Shu) e David Akesson (Sauzer). La scelta della rock opera è stata naturale visto il tema trattato...in sostanza è un musical dove tutti interpretano un ruolo in recitar-cantando e i testi quindi non sono altro che dialoghi tra i personaggi e ogni canzone è una scena. Quindi ascoltare il disco dalla prima traccia è come guardare un film. 

9. Adesso quali sono i tuoi piani più immediati? 
Gabriels: continuare con la promozione del nuovo disco, abbiamo dovuto fermare le riprese del nuovo videoclip che sarebbe dovuto uscire contemporaneamente all'uscita del disco ma così non è stato per via della quarantena...adesso che le cose si stanno sbloccando abbiamo ricominciato a lavorarci e presto sarà fuori per l'esattezza giorno 17 giugno. 

10. Concludi come vuoi lʼintervista! Un saluto! 
Gabriels: Un caro saluto anche a voi e grazie ancora dello spazio. Termino sempre col dire Comprate, comprate, comprate perchè solo così noi possiamo continuare a donarvi la nostra musica....GRAZIE! 

Redazione

LINKS:
Bandcamp
Facebook
Homepage

Nessun commento

Powered by Blogger.