Header Ads

BASSMATES "A Better Place" (Recensione)


EP, Independent
(2019)

Bassmates, ovvero quando il rock and roll riesce ancora a stupire, a far ballare, a far vibrare l'anima. Tutto merito di questi giovani ragazzi veneti, ovvero: Giovanni Padovese-Basso; Francesco Cardoni-Chitarra; Leandro Di Lauro-Chitarra; Carlo Sgorlon Gaiatto-Batteria; Alessandra Rusalen-Voce. Proprio grazie alla splendida voce della cantante Alessandra i brani assumono un fascino davvero magnetico, e potremmo tranquillamente dire che questa ragazza è l'arma in più di questa band. Ma proseguiamo con qualche cenno biografico proveniente dalla band stessa, per farla conoscere meglio ai nostri lettori: 

"Il progetto Bassmates nasce dall'idea di un gruppo di amici di unire i loro percorsi musicali. Qualcuno disse: “L'opportunità non è altro che il convergere di più forze separate affinché fluiscano tutte nella stessa direzione”; e chi meglio di questo gruppo rappresenta tale affermazione? Partiti da un'idea ancora poco chiara, nel corso del tempo le forze sono cresciute e hanno pian piano plasmato quello che oggi, a fronte di anni di dure prove, rende unico il marchio BASSMATES. I ragazzi sono guidati da Alessandra “Rusa” Rusalen, una frontgirl capace di trasformare i più grandi inediti del Rock internazionale in cover uniche grazie ad una voce capace di toccare nel profondo. Gli arrangiamenti, frutto di anni di lavoro, rendono i BASSMATES marchio indistinto capace di far emozionare nuovamente il pubblico del grande Rock come fosse la prima volta, anche in questi anni in cui sembra che il Rock si stia purtroppo spegnendo. AC/DC, Guns’n’Roses, Iron Maiden, Metallica e tanti altri sono i gruppi che loro hanno deciso di farvi riascoltare, tutto ovviamente in chiave BASSMATES. Ad oggi il gruppo vanta numerose esibizioni su tutto il territorio, diventando dal 2018 ospiti fissi dell’evento Rock del Friuli Venezia Giulia per eccellenza: il Bikerfest International. Non soddisfatti però, il percorso viene portato ad un livello superiore quando viene intrapresa la decisione di distribuire lo stile Bassmates attraverso brani inediti originali di stampo Rock moderno. Intraprendono quindi l’impervia via della produzione inedita, che a seguito di un mix di stili, da vita ad EP di genere completamente del tutto nuovo. A Better Place nasce dalla necessità comune del gruppo di ragazzi di dimostrare che anche i giovani valgono qualcosa. Un viaggio alla ricerca di “un posto migliore” rispetto a quello che hanno ricevuto dalle generazioni precedenti. Un posto migliore che, secondo i BASSMATES, non va trovato, ma creato secondo un’idea ben precisa.

Cominciamo a descrivere nel dettaglio questo ep:

A Better Place
Brano potentissimo in apertura, che sfocia quasi nel punk rock. Successivamente la band gioca molto su stoppati di chitarra e ripartenze in puro stile rock e punk. Come consuetudine, la voce arricchisce un pezzo buono di base, ma che diventa davvero interessante per l'ugola molto emozionante della cantante. Interessanti anche gli arrangiamenti di chitarra, le quali si sdoppiano tra fase ritmica e di fase di arrangiamento, rendendo molto più "pieno" il risultato.

Away From My Soul
Inizio che mi ha ricordato le gloriose ballate rock degli anni Novanta, voce che rimanda un po' ad Alanis Morrisette. In generale il pezzo strizza l'occhio proprio a quelle sonorità, con un andare più scanzonato del solito e un piglio non dico allegro, ma sicuramente più leggero rispetto ad altri pezzi.

Cards
Brano melodico ma dal riffing affilato, una sorta di hard rock moderno dove la band riesce ad emozionare grazie ad una prova della band davvero ottima e grazie alle melodie vocali un po' malinconiche di Alessandra. Nel finale abbiamo un impennarsi della velocità che porta il pezzo in territori più heavy. Un bell'assolo di chitarra viene posto verso la fine, semplice e d'impatto. Ben fatto ragazzi!

Blocknotes
E' doveroso riportare ciò che la band dice di questo brano e del suo significato: "Una poesia che nasce da momenti di difficoltà, quando tutto sembra crollarti addosso, quando anche la persona che ti sta accanto non crede più in te. Dal tono malinconico, questo componimento romantico non rinuncia però alla speranza di cambiare una situazione che sembra condurre inevitabilmente verso un buio oblio". 
In effetti il brano è forse il più malinconico del lotto, nasce soffuso ma poi diventa bello corposo. La ricetta è semplice, ma proprio per questo arriva dritto al cuore. Per me è probabilmente l'episodio migliore della tracklist, e verso metà abbiamo uno stacco inaspettato che aggiunge spessore compositivo al tutto. Bellissimo pezzo!

Mad on a Rock
Un pezzo hard rock di ottima fattura, con una sezione ritmica pulsante dove dettano legge basso e batteria. La voce di Alessandra rende il pezzo grandioso. Un classico e semplice rock n' roll che vi farà muovere, ne siamo convinti!

CONCLUSIONI:
Un ep che convince appieno e che fa intravedere grose potenzialità per il futuro di questa giovanissima band. Inoltre abbiamo anche una resa sonora davvero buona, e questo proietta già da adesso la band in un panorama musicale ampio. Ci sono almeno due potenziali hit da radio in questo mini album, e speriamo davvero che la band faccia un cammini importante perchè se lo merita. Bravi!

Recensione a cura di Marco Landi
Voto: 80/100

Tracklist:
01. A Better Place
02. Away From My Soul
03. Cards
04. Blocknotes
05. Mad on a Rock

WEBLINKS:
Facebook
Ascolta l'album su: Spotify iTunesAmazonGoogle PlayDeezer

Nessun commento

Powered by Blogger.