Header Ads

Intervista: LAST SIBERIAN GHOST


1) Benvenuto Danilo! Vogliamo presentare il tuo progetto Last Siberian Ghost i nostri lettori? 
Grazie del benvenuto, il progetto Last Siberian Ghost è il mio progetto solista che nasce dall’esigenza e curiosità di creare ed esplorare musica diversa da quella che ho sempre suonato e ancora suono di solito. Sono sempre stato un ascoltatore e ammiratore di musica elettronica e ambient e mi sono voluto avvicinare a questo mondo appunto in solitaria come un fantasma. 

2) A quali band e/o artisti ti sei ispirato per comporre il tuo debutto "Human Red Shift"
Gli artisti di riferimento sono stati i maestri e pionieri della musica elettronica e ambient: Mike Oldfield, Jean Michele Jarre, Vangelis, Alan Parson, fino ad arrivare a musicisti dark psytrance come Psykovsky. il disco è diviso in due parti come nella migliore tradizione dei maestri sopra citati. 


3) Vuoi parlarci di come nasce un tuo brano e come avviene poi il processo di registrazione? 
I brani sono nati quasi per caso: volevo provare a creare qualcosa senza strumenti “veri”, a parte le voci parlate, ma usando solamente synth e loop di batteria e/o percussioni. Le registrazioni e il mixaggio sono stati effettuati da me in casa con l’ausilio di un Mac. In questo progetto sono solo ma ho chiesto aiuto per la parte testuale e la copertina al mio amico e pittore Roberto Cerrino e ho avuto l’onore di avere come ospiti alcuni speaker di RadioRock: Olimpia Camilli, Tatiana Fabbrizio, Sara Giacani e Giuliano Leone e colgo l’occasione per ringraziare ancora tutti i partecipanti. 

4) Per caso sei in grado o vorresti portare questa musica in dei live show?
In realtà il mio sogno è uno show “multimediale” dove coinvolgere varie arti: musica, cinema, danza. Per ora è un sogno ma chissà… 

5) Sei da solo in questo progetto. Hai già piani per il futuro e pensi di continuare da solo? 
Per il futuro sto già pensando in parallelo ai prossimi 2 dischi: il secondo sarà solo con brevi pezzi di piano e narrazione, mentre il terzo vorrei tornare allo stile di “Human red shift” ma con l’aggiunta di qualche strumento “vero”, diciamo che l’idea c’è, vedremo come svilupparla. 


6) Quali sono i tuoi obiettivi per il futuro e come pensi di conciliare questo tuo progetto con le tue band Graal e From the dust returned? 
Per quanto riguarda i Graal e i From the dust returned stiamo lavorando con entrambi a 2 nuovi album e per fortuna questo non interferisce con questa mia nuova avventura. 

7) Concludi come vuoi l'intervista! 
Per concludere? ascoltate il disco, diffondetelo e commentate:l’opinione di chi ascolta e il confronto sono sempre ben accetti!!! Per chi volesse sono su Facebook come Danilo Petrelli (presto ci sarà anche la pagina ufficiale del progetto). Vi ringrazio dello spazio che mi avete concesso e presto!!!


WEB:
LAST SIBERIAN GHOST - BANDCAMP


Intervista a cura di: Sergio Vinci 

Nessun commento

Powered by Blogger.