ANAAL NATHRAKH "A New Kind of Horror" (Recensione)



Full-length, Metal Blade Records 
(2018) 

E pensare che le premesse c'erano tutte…Un nuovo Anaal Nathrakh? Un concept, basato sulle vicende della prima guerra mondiale? Non riesco, francamente, a pensare ad una band più adatta per celebrare l'insuperabile orrore e l'inenarrabile carneficina che è stata la Grande Guerra. Nella musica degli Anaal Nathrakh c'è tutto: la violenza bestiale senza requie, i ritmi forsennati, il senso di alienazione, il freddo industriale ed una buona dose di dolorosa epicità, ed in questa miscela si ritrova il loro successo artistico. E, tanto per dirla chiaramente, “A New Kind...” è tutt'altro che un brutto disco. Anzi, se fosse stata un'opera prima, probabilmente starei qua ad elogiarla senza sosta. 

Ma, appunto, non è un'opera prima. Non deve essere facile arrivare al decimo disco in studio (ed al ventesimo anno di attività) riuscendo a soddisfare tutte le aspettative, in mancanza di un sostanziale allontanamento dalla propria fortunata matrice sonora. Ma bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare, e devo ammettere che con il prosieguo dell'ascolto, l'album accusa segni di stanchezza. Non tutti i pezzi funzionano alla perfezione, a volte sembrano nascondere la mancanza di brillantezza sotto il tappetino di una formula perfettamente collaudata, ed in definitiva la mente ritorna sempre a pensare a quanto hanno saputo fare in passato. 

Lo ribadisco, non si può certo parlare di fallimento per un disco che, preso in sé e per sé, guarda comunque dall'alto in basso buona parte del panorama estremo odierno. Ma il duo inglese è da tanti anni uno dei protagonisti assoluti della scena, ed è giusto pretendere da loro sempre il massimo, e non solo un lavoro interlocutorio. 

Recensione a cura di: Fulvio Ermete
Voto: 74/100

Tracklist:

1. The Road to… 01:49
2. Obscene as Cancer 03:03
3. The Reek of Fear 03:20
4. Forward! 03:29
5. New Bethlehem / Mass Death Futures 03:27
6. The Apocalypse Is About You! 03:02
7. Vi Coactus 03:43
8. Mother of Satan 03:25
9. The Horrid Strife 03:27
10. Are We Fit for Glory Yet? (The War to End Nothing) 04:10
DURATA TOTALE: 32:55

Nessun commento