ALBERT MARSHALL "Speakeasy" (Recensione)


Full-length, Red Cat Records
(2018)

Ormai Red Cat è sinonimo di qualità, e questo ce lo conferma ancora una volta il buon Albert Marshall, chitarrista eccellente che in questo caso ha deciso di fare le cose in grande. Infatti, oltre all'indiscusso valore strumentale che troveremo all'interno di questo "Speakeasy", il musicista nostrano ha chiamato attorno a sè un gruppo di musicisti di prim'ordine, che vede oltre a Mark Boals (Malmsteen, U.J.Roth, Ring Of Fire, ecc.) alla voce su un paio di brani ("Fallen Angel" e "Tristam)  Fireland"), altri assi nella manica come: Simon Dredo al basso (L.A Rox, Alex De Rosso, Adam Bomb) e Roberto Gualdi alla batteria (Glenn Hughes, Pfm, Vecchioni).

Il genere proposto è un hard rock prevalentemente strumentale, dove la tecnica è messa al servizio di canzoni davvero convincenti, scoppiettanti, adrenaliniche, e nella quali la qualià è l'elemento primario. 
Impossibile resistere ad autentiche bordate hard n' heavy come l'opener "Butler’s Revenge", "Badlands" e "Fallen Angel", il trittico iniziale che fa letteralmente sobbalzare dalla sedia, sia per la bellezza in sè delle canzoni, per la produzione eccezionale e per una prestazione strumentale letteralmente impeccabile e travolgente. Ma sappiate che tutto l'album è su questi livelli.

"Speakeasy" si candida si da ora come uno degli album più caldi di questo 2018, ma anche come sorpresa assoluta degli ultimi periodi in ambito hard rock ed heavy metal. La chitarra è certamente messa in primo piano, ma le canzoni funzionano alla grande, ed è questo il segreto della bellezza di questo album, ovvero l'aver saputo coniugare tecnica e capacità compositive in maniera superba.
Da non lasciarselo sfuggire assolutamente questo "Speakeasy"! 

Recensione a cura di: Sergio Vinci "Kosmos Reversum"
Voto: 80/100

Tracklist:
1.Butler’s Revenge
2.Badlands
3.Fallen Angel
4.Re Marzapane
5.Dreamlover
6.Tristam Fireland
7.Ramshackle Blues
8.Eclipse (White Horse)

Nessun commento