ACCEPT – dettagli e pre-ordini di "Symphonic Terror – Live at Wacken 2017"


Le leggende tedesche dell’heavy metal ACCEPT stanno raccogliendo un successo senza precedenti! Dopo dieci anni dalla reunion, il quintetto può vantare quattro album nella top 10 tedesca, tra cui l’incredibile #1 con “Blind Rage” (2014) e un brillante #3 con “The Rise Of Chaos” (2017).

Negli scorsi mesi la band tedesca è stata tutt’altro che inattiva e si è concentrata sui ritocchi finali dell’imminente uscita dal vivo “Symphonic Terror – Live at Wacken 2017”, che arriverà nei negozi il 23 novembre su Nuclear Blast!

Oggi iniziano i pre-ordini (http://nblast.de/AcceptSymphonicTerror) di questo straordinario documento dal vivo, che sarà disponibile nei seguenti formati:
BluRay+2CD-DIGI
DVD+2CD-DIGI
2CD-DIGI
3LP Box (black) con booklet, poster
3LP Box (gold) con booklet, poster // esclusiva NB Mailorder
BluRay+DVD+2CD-Earbook
BluRay+DVD+2CD-Earbook + cartolina (autografata) // esclusiva NB

Tracklist:
DVD/Blu-Ray
Part 1: Accept
01. Die By The Sword
02. Restless And Wild
03. Koolaid
04. Pandemic
05. Final Journey
Part 2: Headbanger’s Symphony
06. Night On Bald Mountain
07. Scherzo
08. Romeo And Juliet
09. Pathétique
10. Double Cello Concerto in G Minor
11. Symphony No. 40 in G Minor
Part 3: Accept with Orchestra
12. Princess Of The Dawn
13. Stalingrad
14. Dark Side Of My Heart
15. Breaker
16. Shadow Soldiers
17. Dying Breed
18. Fast As A Shark
19. Metal Heart
20. Teutonic Terror
21. Balls To The Wall
Bonus:
22. Making Of: Wacken
23. Making Of: Headbanger’s Symphony

I fan possono aspettarsi un unico concerto di due ore, girato il 3 agosto 2017 al leggendario W:O:A, dove gli ACCEPT hanno suonato il più grande e straordinario show della sua carriera, dinanzi a 80.000 partecipanti al festival, oltre a migliaia di spettatori che hanno assistito alla diretta streaming! Il concerto è stato diviso in tre parti, che hanno messo in luce il completo potere creativo degli ACCEPT. La prima parte ha ospitato le anteprime delle nuove canzoni ‘Die By The Sword’ e ‘Koolaid’, oltre agli altri brani più famosi del gruppo, come ‘Restless And Wild’ e ‘Pandemic’. La seconda parte ha avuto come protagonista il chitarrista Wolf Hoffmann che, accompagnato da un’orchestra sinfonica, ha presentato un best del suo recente album solista “Headbangers Symphony”, contenente versioni metal di alcune delle composizioni di musica classica più famose scritte da Beethoven, Mozart, Vivaldi ecc. Nella terza e ultima parte i fan hanno assistito a uno show degli ACCEPT, accompagnati dall’orchestra, alle prese con i loro brani più famosi come ‘Princess Of The Dawn’, ‘Breaker’, ‘Fast As A Shark’ e ‘Metal Heart’, oltre alle più recenti ‘Stalingrad’, ‘Shadow Soldiers’ e ‘Teutonic Terror’. Il finale è rappresentato dagli otto minuti del loro successo ‘Balls To The Walls’!

“È stata una miscela di intensità e precisione”, dichiara Wolf Hoffmann a proposito della fusione tra heavy metal e musica classica. “I fan sono estremamente aperti di mente”, continua Wolf felice, “ma mi sono sentito nervoso fino all’ultimo minuto prima dell’inizio del concerto. Dopo tutto eravamo sempre a un festival metal! Penso che, dopo diversi anni in cui gli ACCEPT hanno unito entrambi i mondi, i fan abbiano iniziato ad accettare questa concezione”.

Ciò che è iniziato in anteprima mondiale a Wacken e ha attirato grande attenzione in tutto il mondo grazie allo streaming in diretta, continuerà a inizio 2019. Gli ACCEPT, infatti, stanno pianificando un tour in Europa con l’orchestra nella primavera 2019! “Spero davvero che riusciremo a realizzare il nostro sogno. Ci stiamo lavorando duramente!”, spiega un impaziente Wolf Hoffmann. “Ciò che posso anticipare al momento è che ci saranno molte sorprese visive e musicali, che i fan degli ACCEPT non hanno mai sperimentato prima d’ora. Vogliamo moltiplicare quanto raccolto a Wacken e siamo felici di tutto il supporto che riceviamo. Una cosa è certa: il 2019 sarà memorabile!”.

Il 5 ottobre gli ACCEPT pubblicheranno uno speciale vinile 10” in edizione limitata, “Balls To The Wall / Symphony No.40 in G Minor”, pre-ordinabile in formato fisico (http://nblast.de/AcceptBallsToTheWall) o digitale (http://nblast.de/AcceptBTTW).

ACCEPT live:
26.09. USA St. Charles, IL - Arcada Theatre
28.09. USA Agoura Hills, CA - The Canyon
29.09. USA Pasadena, CA - The Rose
30.09. USA Santa Clarita, CA - The Canyon
02.10. USA Dallas, TX - Gas Monkey Live!
04.10. USA Houston, TX - White Oak Music Hall

06.10. MEX Monterrey - Tecate México Metal Fest
10.10. BR Belém - Botequim
12.10. BR Fortaleza - Complexo Armazém
14.10. BR São Paulo - Carioca Club
16.10. BR Belo Horizonte - Mister Rock
18.10. RA Buenos Aires - Teatro Flores
19.10. RA Chubut - Predio Ferial Comodoro
20.10. RA Cipolletti - Kimika Night Club
23.10. RCH Santiago - Teatro Coliseo
25.10. RCH Puerto Montt - Arena

“Rise Of Chaos Festivals 2018”
con ORDEN OGAN, REFUGE, MONUMENT
01.11. D Cologne - Live Music Hall
02.11. D Weissenhäuser Strand / Ostsee - Metal Hammer Paradise* *SOLD OUT*
03.11. D Wiesbaden - Schlachthof
04.11. D Regensburg-Obertraubling -Airport-Eventhall
*solo ACCEPT

Gli ACCEPT, portabandiera dell’heavy metal tedesco, sono davvero felici di annunciare i Rise Of Chaos Festivals 2018, eventi che si terranno in Germania. Dopo il grande successo dell’ultimo album “The Rise Of Chaos”, gli ACCEPT suoneranno a tre “festival” che portano quel nome. Questi festival, che vogliono essere una piattaforma per gruppi interessanti, giovani e dinamici, diventeranno un evento ricorrente negli anni a venire con la collaborazione di Continental Concerts, per offrire spettacoli dal vivo a tutti i fan dell’heavy metal.

Le leggende dell’heavy metal hanno invitato ORDEN OGAN, REFUGE e MONUMENT per i “festival” show del 2018! Mentre gli ORDAN OGAN sono tra le band più affermate del panorama power metal tedesco, i REFUGE (ovvero la formazione ufficiale dei RAGE dal 1988 al 1993) sono conosciuti per il loro Ruhr-area thrash metal. I fan di MAIDEN e PRIEST accoglieranno poi con entusiasmo i giovani e dinamici MONUMENT, che citano i propri eroi nelle canzoni tipicamente anni ’80!



Nessun commento