Nimby – "Nimby II" (Recensione)



Innanzitutto vi forniamo alcune informazioni relative sia alla band che al disco in questione:

“Nimby II” è il titolo del secondo Lp (prodotto da La Lumaca Dischi in collaborazione con Overdrive Rec) dei Nimby, band calabrese formata da Tommaso La Vecchia (voce, chitarra, synth), Aldo Ferrara (chitarra, cori), Francesco La Vecchia (chitarra, cori), Stefano Lo Iacono (basso, cori), Simone Matarese (batteria) e Raffele De Carlo (flauti, cori). L’album, uscito il 24 febbraio e sarà anticipato dal secondo videoclip “Opacità”, è una produzione artistica di Manuele Fusaroli (Nada, Tre Allegri Ragazzi Morti, Il Teatro degli Orrori, One Dimensional Man, Karate) registrato e mixato al NaturalHeadQuarter Studio di Corlo (FE) con l’assistenza al banco di Federico Viola. La band descrive l’album con queste parole: “Nimby II è un disco dal suono autentico e sincero, figlio della musica alternativa anglosassone degli anni ’90 e dei primi del 2000, ma che crea una linea di congiunzione con la cultura musicale italiana grazie a liriche surreali, visionarie e contemplative”.

Come apprendiamo da queste parole e come apprendiamo anche dall'ascolto del disco i Nimby ci propongono un sound tipicamente anglosassone(britpop), un sound tanto orecchiabile che si lascia andare talvolta verso sonorità tanto psichedeliche. Incursioni punk, riff di una certa consistenza, assoli azzeccati, impressioni sonore electro, insomma si trova questo e molto altro nella musica dei Nimby, un band che sa coniugare in modo perfetto cose diverse fra loro. E lo sanno fare pure bene perché questo Nimby II, che, tra l'altro, offre una produzione stupenda e ben congegnata, è un album che fa emozionare tanto l'ascoltatore. Come si emoziona l'ascoltatore? Proponendo musica allo stesso tempo sinuosa ed elettrizzante. E nel fare questo i Nimby sono dei veri e propri maestri. Inoltre, come non dirlo, ogni tanto il loro sound assume i connotati del rock italiano più melodico. E si perché i Nimby sono tanto camaleontici, un aggettivo fondamentale per dare una corretta definizione di questa band. Oltretutto, Tommaso La Vecchia sia al cantato che ai synth è una forza della natura, la colonna portante di questa magnifica band. Dopo aver detto tutto questo vi sorprendiamo. Secondo noi la vera forza dei Nimby forse è questa: essere tanto espressivi con la loro musica!

Nessun commento