VUOI INSERIRE IL TUO BANNER QUI? OLTRE 15.000 VISITE SINGOLE MENSILI TI ATTENDONO! SCRIVI A: hmmzine@libero.it

12/01/18

CORROSION OF CONFORMITY "No Cross No Crown" (Recensione)

Nuclear Blast America
(2018)

Che delusione il nuovo Corrosion of Conformity. Già il brano apripista, “Wolf Named Crow”, non è che facesse presagire chissà che; ma speravo che quel mediocre pezzo fosse l'eccezione e non la perfetta rappresentazione di quanto si trova nell'album. In tanti ascolti che gli ho dedicato, non c'è stata una sola volta che le mie orecchie siano state rapite: ho provato con le cuffie mentre passeggiavo, in macchina mentre guidavo, ma niente, il disco scorre via liscio ed in punta di piedi, senza particolari sussulti.

Dopo il rientro all'ovile del figliol prodigo Pepper Keenan, speravo che il ritornato quartetto riuscisse a tornare ai fasti dell'ultimo lavoro insieme, quel “In the Arms of God” con cui hanno raggiunto l'apice massimo della loro intera carriera. Ed invece, tornati allo stile più accessibile – ma sempre pesante e settantiano - di album come “Deliverance” e “Wise Blood”, i COC danno alle stampe una collezione di pezzi magari non veramente brutti, ma sostanzialmente insignificanti.

Dall'alto di una perizia negli arrangiamenti che è quella solita (la batteria fantastica, il basso sempre troppo in secondo piano in fase di missaggio), ci troviamo con dei pezzi che non lasciano il segno, non vanno mai oltre il singolo riff o la singola linea melodica piacevole. Di riempitivi ne hanno sempre avuti anche nei lavori più acclamati (tranne forse il loro già citato capolavoro), ma questa volta le proporzioni sono invertite, ed anche se qualche pezzo funziona più di altri, non c'è nessun capolavoro, nessun brano memorabile da tramandare ai posteri.

Di loro è rimasta una forma senza più anima; ed allora, tanto valeva restare vincolati alla formazione a tre, sfruttando al massimo i limiti che la mancanza di Pepper Keenan comportava.

Recensione a cura di: Fulvio Ermete
Voto: 65/100

Tracklist: 
Disc 1
Side A

1. Novus Deus 01:29
2. The Luddite 04:20
3. Cast the First Stone 03:44
4. 1. No Cross 01:19
5. Wolf Named Crow 05:13
Side B
6. Little Man 04:32
7. Matre’s Diem 01:27
8. Forgive Me 04:07

DURATA TOTALE: 26:11

Disc 2
Side A

1. Nothing Left to Say 06:23
2. Sacred Isolation 01:23
3. Old Disaster 04:45
4. E.L.M. 04:03
Side B
5. 2. No Cross No Crown 03:56
6. A Quest to Believe (A Call to the Void) 06:02
7. Son and Daughter 04:54

DURATA TOTALE: 31:26

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...