God bless America: un’invettiva feroce contro la società americana (Recensione film)


God bless America è un film che parla molto dell’America attuale e lo fa in modo tutto particolare. Chi di noi non ha visto almeno una volta in tv al telegiornale il risultato di una delle tante stragi che accadono negli USA a causa di menti squilibrate con armi da fuoco in mano? Ebbene questo film ci presenta una storia del genere…


Un uomo di nome Frank, deluso dalla vita, dalla sua famiglia(la moglie l’ha lasciato per un altro uomo e la figlia non lo “considera” minimamente), dalla società americana attuale, decide di prendere in mano le armi e cominciare ad uccidere persone. È affiancato in questa vicenda da una giovane di nome Roxy, un’adolescente che, come Frank, odia tante cose del mondo odierno. Entrambi lasciano dietro di loro una scia di sangue interminabile e il pensiero va subito a Natural born killers di Oliver Stone.
Frank e Roxy odiano soprattutto un talent show chiamato American Superstarz, il quale, secondo loro, è uno dei mali della società americana attuale, uno dei mali che rende la gente più stupida. Memorabile uno sclero di Frank all’inizio del film, sclero nel quale l’uomo dice ad un suo collega che oggi nessuno parla più dei problemi personali o della sua vita ma tutti parlano solo di quello che hanno visto in tv o letto su internet.

God bless America è un’invettiva feroce contro la società attuale, società dell’immagine che mercifica le persone, i sentimenti, le emozioni, società che vende l’uomo come fosse un prodotto con un codice a barre. God bless America è anche un’invettiva spietata contro la stupidità, contro la mediocrità. Questo film cade come una spada di Damocle sulla società perbenista e borghese con una violenza e con un piglio pungente che non si vedevano da tempo. Infine, come genere il film mette insieme road movie, thriller e film drammatico in un mix davvero esplosivo. Non perdetelo!

https://it.wikipedia.org/wiki/God_Bless_America

Nessun commento