Header Ads

ARCANE TALES "Sapphire Stone Saga" (Recensione)

Full-length, Broken Bones / Silverstream Records  
(2017) 

Gli Arcane Tales provengono da Verona, partiti con il moniker Black Ravens sin dal 1995 dando alle stampe svariate demo, i nostri, o meglio l’unico membro rimasto Luigi Soranno, prende in mano le redini del gruppo e sforna, suonando tutti gli strumenti ,questo terzo full-length dal titolo "Sappire Stone Saga" edito per Broken Bones / Silverstream Records.

Ammetto di non essere un grande amante del power sinfonico, almeno non delle recentissime uscite, ciò nonostante devo riconoscere che gli Arcane Tales mi sono piaciuti un sacco per via della maestosità e del coraggio di Luigi nel portare in musica la "Saga de La Pietra di Zaffiro", scoprendo in seguito essere tratta da una serie di libri scritti da lui stesso.

Per quanto concerne la musica il paragone scontato con i Rhapsody degli esordi mi sembra evidente, quindi durante l’ascolto del disco saremo immersi in una atmosfera fatta di tastiere epiche, cori orecchiabili, voce principale acuta, chitarre e sezione ritmica classiche del symphonic/power metal che potrebbero fare la felicità degli estimatori del genere.
Per tutte e dieci le tracce Luigi ci dimostra le sue ottime doti di strumentista poliedrico, e nonostante l’enorme difficoltà nel saper suonare tutti gli strumenti è riuscito nella sua ardua impresa di trasmettermi emozioni, senza nessun eccessivo calo di qualità durante tutto il disco. 

Un compendio di musica cinematografica e fiaba da gustare isolati dal mondo con tutti i presupposti giusti per una continuazione della saga e per una naturale ascesa di questo ragazzo che da solo ha saputo mantenere viva la passione per la musica.

Recensione a cura di: Antonio “Cannibal” De Rosa
Voto: 89/100

Tracklist:
01. The Incarnation Of Fear 
02. Into The Firestorm 
03. The Clairvoyance Power 
04. Loud Thunder 
05. Sands Of Time 
06. Heaven’s Gates 
07. Triumphant Steel 
08. Autumn’s Colours 
09. Shadows’ Black Crown
10. The Alliance Horns Resound

DURATA TOTALE: 41:38 

Nessun commento

Powered by Blogger.