Header Ads

NEW DISORDER "Deception" (Recensione)

Full-length, Agoge Records
(2017)

Secondo album per i romani New Disorder, anche se non si tratta di un disco nuovo nel vero senso del termine, ma di un album che riprende otto tracce dall'esordio "Straight To Pain", remixate e rimasterizzate, e ci aggiunge due brani inediti ("Deception" e "Curtain Call") più otto brani scelti dal precedente lavoro totalmente remixati e rimasterizzati per l’occasione.

La band sembra voler puntare in alto, soprattutto in sede live, dove ha affiancato i Pain in Lituania, Estonia e Lettonia, ed ha girato uno spot per Coca Cola zero. Tutto questo però non è sinonimo di qualità a tutti i costi, ed infatti questo disco non è riuscito a piacermi. Il loro ibrido tra rock alternativo e metal con accenni prog è un po' annacquato e non ho trovato una singola canzone degna di tale nome che riuscisse ad elevarsi come memorabile. Il cantato è piatto e monocorde, la base musicale è sì varia e ben suonata, ma sembra non condurre mai a un punto focale nei brani.
Vien da sè che questo album scorre via senza alcun sussulto ed è per questo che non andrò nel dettaglio. C'è la batteria in doppia cassa, ci sono le chitarre che lavorano bene sia in fase ritmica che solista, c'è la voce che cerca di essere ruffiana ma non azzecca un ritornello, c'è un pizzico di sperimentazione. Ma! Non ci sono le canzoni.

Tanto fumo e niente arrosto, tanto rumore per nulla. Questo è un disco buono solo per coloro che dalla musica vogliono un qualcosa per accompagnare altri momenti della quotidianità e non vogliono concentrarsi troppo su di essa. 
Un buon accompagnamento in auto, come potrebbe esserlo qualsiasi stazione radio. Ecco cos'è questo "Deception".

Recensione a cura di: Sergio Vinci "Kosmos Reversum"
Voto: 50/100

Tracklist:
01. Deception
02. Love Kills Anyway
03. Straight to the Pain (feat. Eleonora Buono)
04. Curtain Call
05. Never Too Late to Die
06. What’s Your Aim (Call It Insanity)
07. Judgement Day
08. The Beholder
09. Lost in London
10. A Senseless Tragedy (Bloodstreams)

NEW DISORDER – Facebook

Nessun commento

Powered by Blogger.