Intervista: ANIMARMA

AnimArma. Un nome che, ne siamo sicuri, saprà farsi strada molto velocemente nel panorama dell'alternative rock italiano. La loro irruenza e le loro melodie ficcanti sono state ben espresse nel recente ep "Horus", recensito QUI, e che si colloca vicino ai grandi nomi come Ministri, Verdena o Teatro degli Orrori, oltre che a certo alternative metal internazionale. 
A voi le parole del cantante-chitarrista Michele Forgione “Mik”.

1) Ciao e benvenuti sulla nostra zine! Vogliamo iniziare facendo una breve introduzione con qualche cenno biografico sulla vostra band per presentarvi ai nostri lettori?

La band AnimArmA è nata nel 2011 ma ha visto agli inizi vari cambi di formazione da parte di batteristi e sotto forma di altro nome. Il perchè è stata creata la band è dovuto dal fatto di comunicare qualcosa di originale e concreto, accorpando un sound rock internazionale alla lingua italiana.
Agli inizi dei primi anni era più un sperimentare generi alternative rock all'inglese fino ad arrivare ad sound nettamente più personale e una propria dimensione. La line up è definitiva con l'arrivo di Daniele Bertinelli "Danno" (attuale e definitivo
drummer della band). Tutto quello che ne deriva il significato del nome “AnimArmA", infatti, è una parola composta che mischia "anima" (uomo) con "arma", l'anima dell’uomo è una arma a doppio taglio, offensiva, che può portare all'autodistruzione a 360 gradi, una sorta di ying e yang dell'umanità.
Sottolineando il bipolarismo del genere umano (il bene e il male), ne deriva un concept interessante e riflessivo. Concludendo La formazione è composta da Michele Forgione "MIK" (voce, chitarra, pianoforte) Alessandro Benedetti "BENNA" (basso e cori) e Daniele Bertinelli (batteria e campionamenti).

2) "Horus" è il vostro ep d'esordio ma suona già maturo e convincente sotto tutti i punti di vista. Volete spiegarci come nasce un vostro brano e dove avete registrato il disco per ottenere un sound così professionale?

Il nuovo ep "Horus" nasce da un accurato duro lavoro, composto nei primi mesi dell'anno scorso e affinato in particolar modo nel periodo di luglio 2015 sotto la supervisione di Michele Guberti (FREEDOM RECORDING STUDIO ) e Massimilano MAX Lambertini (ALKA RECORD). Periodo in cui la band è stata impegnata nell'estate passata ad affinare queste 5 tracce che compongono il nuovo disco.
Esperienza molto stimolante ed entusiasmante, perchè siamo riusciti in soli 2 giorni a ultimare la preproduzione artistica (in parte stravolgendo le versioni antecedenti) e registrare nel giro di 10 giorni il disco vero e proprio. Il risultato è stato un vero e proprio lavoro di squadra della band. A seguito il Mix di Michele Guberti e il mastering finale di LUCA PERNICI hanno dato quel tocco "botta" necessario per tirare fuori il meglio. L'artwork è stato realizzato dal nostro bassista "BENNA" e le foto al suo interno sono state
realizzate dal fotografo ufficiale della band "Dario Spagnolo" di IMAGES IN TROUGHT.


3) Di cosa parlano i testi di "Horus"?

La semantica dei testi tratta temi sociali, a volte di protesta descrivendo le contraddizioni e le debolezze dell'uomo. Le liriche descrivono i due aspetti opposti tra la solidarietà e il masochismo del genere umano, dove ognuno ha sempre libero arbitrio su scelte di vita giuste o sbagliate che siano, sempre e comunque contraddistinte fra il "contrasto" tra il bianco e il nero. Il titolo HORUS è stato scelto nel periodo antecedente alla pubblicazione del disco (pochi giorni prima) e nasce da un idea inerente alle liriche dei testi, caratterizzate da tematiche sociali di protesta ma prive di sovversione. Si descrive il potere della società e il controllo da ciò che non possiamo conoscere a fondo, quasi una realtà ambigua, e il simbolo HORUS sta a significare L'OCCHIO DEL POTERE, una sorta di Grande fratello che continuamente ci fissa senza sosta, potrebbe essere un po' una teoria quasi "Horwelliana". HORUS si collega anche al logo della band che notando le
"A" posizionate in modo orrizzontale in modo simmetrico appunto formano un occhio. Diciamo che lo carattarizziamo come "HORUS" , l'occhio del potere che ci osserva e senza che ce ne rendiamo conto fa parte del sistema che ci "comanda". Come una riflessione tramutata in energia positiva che ti contagia, che dà la carica e che fa pensare ad una sorta di liberazione.

4) Quali sono state le vostre influenze musicali che vi hanno portato a forgiare il vostro particolare sound che io definirei, per semplificare, come "alternative metal"?

A noi piacciono tanti artisti del panorama alternative rock, metal e stoner, anche se cerchiamo di rendere il sound più originale possibile, ma se vogliamo vogliamo fare qualche esempio e citare qualcuno direi TOOL per certi versi, qualcosa dei LINEA 77 , FOO FIGHTERS , VERDENA ecc ecc., di stampo comunque generi fottutamente ROCK/METAL e derivati

5) Come sono state, fino ad ora, le opinioni riguardo "Horus" da parte di stampa specializzata e pubblico?

Direi molto bene e per ora siamo soddisfatti. Ci sono state alcune critiche costruttive da parte degli "adetti ai lavori" ma in generale questo biglietto da visita è piaciuto molto, ovviamente si aspettano una continuità a ciò, e di certo non deluderemo le aspettative. Il pubblico e i nostri fan che ci seguono rimangono molto soddisfatti in sede live dove diamo il meglio di noi. Penso e credo che sia la nostra peculiarità, dove cerchiamo sempre di dare il massimo.

6) Cosa non è mai stato detto della vostra musica e della vostra band e che vorreste fosse detto?

Sul fattore musica, che non sarebbe solamente di nicchia e un disco che suona "underground". Auspico che potrebbe avere altre sfaccettature (ovviamente sempre con la nostra identità in ambito rock). Sicuramente abbiamo ancora da sperimentare il nostro sound e che "Horus" è solo un assaggio, e l'unico modo per capirlo è ascoltare il prossimo futuro lavoro discografico a tutto volume! Sul fattore band? Probabilmente siamo 3 matti da legare...Eh sì, dovrebbero dire questo.

7) Secondo voi, che benefici ha portato il download e le piattoforme di distribuzione di musica digitale in generale e cosa tutto ciò ha tolto?

In generale i dischi fisici non si vendono più. Ai concerti live forse è l'unico momento in cui vuoi vendere o acquistare cd della band che ha suonato e che ti ha colpito, ma anche lì è un terno al lotto, magari molti preferiscono il merchandising come magliette o gadget. L'avvento di Internet e del digitale ha smarrito quel senso di "toccare con la propria mano" l'arte e il sudore di ogni band. Oggi i gruppi e le band puntano sui video e con le tecnologie che abbamo oggigiorno è anche molto più facile ascoltare un brano guardando un video che comprare un cd.
Siamo in un periodo dove il mainstream ha preso il soppravvento, anche se oramai la musica è a 360 gradi e ognuno di noi ha molto più accesso alla scelta (sia per l'ascoltatore di scegliere che per l'artista di promuoversi mediante i più grandi distributori di canali digitali) però putroppo la discografia italiana è ancora saturata dalle major che non vogliono "cambiare musica" nelle radio e nella comunicazione dei mass media, nel senso che non hanno più interesse a promuovere qualcosa di diverso, innovativo, fresco, ricercato che molto spesso basterebbe puntare e dare un occhio alle svariate band emergenti che ogni giorno sudano 7 camicie per emergere dall'anonimato. Per questo esiste il web che include canali di distruzione della musica e i social, dove ognuno ha molte pià chance di farsi notare rispetto a 20/30 anni fa, quando l'avvento di internet era poco conosciuto e sfruttato. Pensiamo che le fanzine e le webzine siano dei canali informativi importantissimi perchè informano e danno una scossa su quello che la televisione non comunica oggi, per quanto riguarda la scena indipendente e underground. La musica in free download, come abbiamo già riportato nella domanda precedente, pensiamo sia uno strumento per pubblicizzare la propria misica a dovere e per dare un "assaggio".

8) State lavorando a nuova musica? E cosa dobbiamo aspettarci in futuro dalla vostra band?

Possiamo aniticiparvi che abbiamo già una pre-produzione in mano di nuovi brani che faranno parte di un prossimo altro disco. Un album? Un nuovo ep? Un nuovo video o un nuovo singolo? Per ora ci concentriamo sul presente pianificando il futuro.

9) Siete una band agli esordi ma, come accennavo in apertura, la vostra musica è già pronta per le grandi masse. Inoltre, a mio parere, la scelta della lingua italiana potrebbe aprirvi scenari che vanno ben oltre l'underground. Quali sono quindi i vostri obiettivi come musicisti?

Bella domanda...Naturalmente ci aspettiamo che la nostra musica arrivi alle orecchie di più persone possibili, fan e anche agli "addetti ai lavori" del settore, in modo che possa darci accesso a svariate possibilità di suonare il più possibile nell'ambito live. Per noi l'attività live è molto importante e attualmente siamo alla ricerca di agenzie di Booking che vogliano collaborare con noi. Noi come band poniamo aspettative positive e coltiviamo la passione della musica e si spera che un giorno possa darci la possibiltà di vivere con quello che ci viene meglio e che ci piace di più, suonare.

10) Con quale band vi piacerebbe, almeno una volta, dividere il palco e perchè?

Non solo una come si direbbe. Sarebbero svariate le band che vorremo aprire ai concerti, ma sicuramente per farne un esempio band italiane underground come VERDENA, AFTERHOURS, MINISTRI , ZEN CIRCUS , TEATRO DEGLI ORRORI, siamo sicuri che ci sarebbe una bella intesa di sound oltre che di attitudine live. Ovviamente "sognando in grande" anche band internazionali di spessore nell'ambito rock e metal. MUSE, FOO FIGHTERS, ALTER BRIDGE, METALLICA , PERIPHERY...Eh va beh, sto esagerando...

11) Domanda libera. A voi le ultime parole famose!

NON HAI ANCORA ASCOLTATO GLI ANIMARMA?
Non aspettare ancora, puoi seguirci e ascoltarci qui:

FACEBOOK: https://www.facebook.com/Animarma-181251668605397/
GOOGLE+ : https://plus.google.com/112251926152694780724
YOUTUBE : https://www.youtube.com/user/AnimarmaBand
TWITTER : https://twitter.com/animarma
TUMBLR: http://animarma.tumblr.com/
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/animarma/
LINKEDIN: https://www.linkedin.com/in/animarma-band-191886113?authType=name&authToken=v1Ot
MYSPACE: https://myspace.com/animarmaband
VIMEO: https://vimeo.com/user50344153
SKYPE: https://secure.skype.com/portal/profile
PINTERST: https://it.pinterest.com/animarma/animarma/

Il disco HORUS potete ascoltarlo o acquistarlo mediante seguenti link:

iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/horus-ep/id1087066852?app=itunes&ign-mpt=uo%3D4
Player: http://player.believe.fr/v2/3614597604465
Spotify: https://play.spotify.com/album/79J0MXEJEeujB2q4UPR3NU?play=true&utm_source=open.spotify.com&utm_medium=open
Pagina sito Alka: http://www.alkarecordlabel.com/artisti/animarma/

UN SALUTO A HEAVY METAL MANIAC E GRAZIE DELL'INTERVISTA.
AnimArmA & STAFF


 Intervista a cura di: Sergio Vinci "Kosmos Reversum"

Nessun commento