HATEFUL DESOLATION - Withering in Dust

Demo, Self-produced
(2014)

Hateful Desolation è un progetto italo-egiziano che ci avvolge con un depressive-atmospheric black metal abbastanza tradizionale. Tre brani in tutto, malinconia a palate, ma comunque una lunghezza complessiva del demo abbastanza sostanziosa (24 minuti circa), che quindi fornisce elementi sufficienti per capire di che pasta è fatto questo progetto.
Progetto che vede tra l'altro nelle proprie fila Lord Mist (qui sotto il nickname Void) dei Frostagrath come polistrumentista, accompagnato da un certo Grey Ravenmoon alla voce, per un risultato d'insieme quanto canonico quanto abastanza piacevole, soprattutto se siete fans del depressive black metal.

Dicevo canonico, ma non uso questo termine nella sua accezione totalmente negativa, semmai è per descrivere un sound che non lascia spazio a strane sperimentazioni: qui avrete solo una unione tra black metal depressivo e atmosferico, eseguito secondo tutti i dettami del genere e con uno scream tagliente ma non esasperato, come molte volte avviene in questo genere di release. Ci sono dei momenti davvero toccanti in questo demo, e la sola "Your Memory Will Never Fade" esprime tutto il contenuto del dischetto, che poi è proposta sia in versione cantata che strumentale (quest'ultima presente solo nella versione fisica del cd e nel qui presente press-kit), e quindi abbiamo praticamente solo due vere tracce da esaminare, per essere pignoli, ma per esserlo ancora di più, a mio avviso la versione strumentale è ancora migliore di quella cantata, in quanto più emozionale ed evocativa.

Semplicità e devozione verso il lato più introspettivo verso il metallo nero; questo è quanto ci propongono gli Hateful Desolation. Il mio parere è che in giro ci sono band decisamente peggiori e noiose in questo sotto-genere, ma anche migliori, e c'è anche da avvisare che il prodotto in questione è indirizzato soprattutto, se non solo, agli amanti del depressive, quindi prendere o lasciare. Forse se i Nostri avessero proposto strutture dei pezzi un po' più varie, e avessero quindi enfatizzato i vari passaggi all'interno dei brani, avremmo avuto a che fare con un lavoro migliore, ma per adesso dobbiamo accontentarci di un compitino realizzato a dovere, ma non travolgente.

Recensione di: Sergio Vinci "Kosmos Reversum"
Voto: 60/100

Tracklist:
1.Your Memory Will Never Fade 08:59
2.Withering Away in Solitude 06:14 
3.Your Memory Will Never Fade 08:59 (instrumental)

DURATA TOTALE: 24:12

Nessun commento