Header Ads

Northern Tod / Grimwald / Arcanum Inferi "Saturnia Tellus...Memories from the Eternal Cult"

Split, Vacula Productions 
(2013)

Chi come me è appassionato di Black Metal e segue in particolar modo la scena underground italiana, sicuramente avrà già tra le mani questo split o comunque conoscerà le bands che ne fanno parte: Arcanum Inferi, siciliani, attivi dal 2009 e da sempre dediti al Black Metal nel suo lato più occulto, Grimwald, torinesi, attivi dal 2007 con una forma particolare, molto personale, di atmospheric Black e Northern Tod band laziale attiva dal 2002.

Tre bands piuttosto affermate nel panorama italiano che danno vita a questo lavoro apprezzabile ma non del tutto soddisfacente. Come accade spesso in Italia, i gruppi che vanno a comporre uno split puntano troppo sullo spessore delle singole band e meno sul lavoro nel complesso, che risulta quindi essere nulla più di una vetrina sull’evoluzione artistica dei singoli membri. I gruppi stessi solitamente decidono di creare uno split insieme o per amicizia, o per qualche interesse, ma comunque con l’obiettivo unico di aumentare la loro visibilità nel panorama metal italiano ed oltre. Questo “Saturnia Tellus… Memories From the Eternal Cult” non fa eccezione, a detta di chi scrive, proprio perché evidenzia il talento dei singoli artisti ma non costituisce un lavoro unico ed originale. In altre parole: questo split può essere collocato nelle discografie di Arcanum Inferi, Grimwald e Northern Tod quasi come fosse un ulteriore loro demo. 

L’ucraina Vacula Productions, che già ha ristampato il demo dei Grimwald, non si è lasciata sfuggire l’occasione di pubblicare anche questo lavoro, che è sicuramente un must per collezionisti e fan della scena italiana. "Saturnia Tellus… Memories from the Eternal Cult" si apre con l’intro in stile Grimwald: epicità, echi di spade che riportano alla mente antiche battaglie e tempi lontani. Un ottimo inizio per quello che avrebbe potuto essere un ottimo concept sulle origini dell’Uomo. Seguono l’ottima "Speculum Alchimiae", feroce, cattiva ma allo stesso tempo molto profonda, come una sorta di tributo alle forze della Natura che da sempre governano l’Uomo, e l’altrettanto piacevole "Stupor Mundi" degli Arcanum Inferi mentre i Grimwald ci propongono due nuovi brani "1280" e "In the Hungry Fields of Despair". Black metal atmosferico e oserei dire malinconico a tratti: assolutamente due brani di qualità elevata a dimostrazione del talento musicale dei torinesi. 

Chiude questo split Northern Tod, band di Draconis Ice attiva dal 2002 e ritornata ufficialmente sulle scene nel 2011. Ottimo black metal, suonato come la vecchia scuola comanda. Nulla di innovativo, anche queste due tracce ricalcano la scia dei precedenti demo, in particolare di “Tribute to Darkness”, ma sicuramente apprezzato dai fan dell’old school. In conclusione: split da avere se siete collezionisti della scena black metal italiana. A tutti gli altri consiglio vivamente di procurarvi le discografie delle bands, e vi suggerirei in particolar modo di ascoltarvi "Ars Hermetica" degli Arcanum Inferi, "The Berserker" dei Grimwald e "Revelation" dei Northern Tod.

Recensione di: Erin
Voto: 67/100

Tracklist:
I. Grimwald – Intro 01:12
II. Arcanum Inferi – Speculum Alchimiae 05:05
III. Arcanum Inferi – Stupor Mundi 09:42
IV. Grimwald – 1280 06:18
V. Grimwald – In the Hungry Fields of Despair 03:23
VI. Northern Tod – Pest 03:50
VII. Northern Tod – 1347 04:35
VIII. Arcanum Inferi – Outro 01:26

DURATA TOTALE:  35:31

Nessun commento

Powered by Blogger.