Final Fright "Wrapped in Chains"

Full-length, Self-released/independent
(2014)

Tanti si ricordano il Trentino Alto-Adige per band come i veterani Skanners o i più recenti National Suicide e Sign Of The Jackal, ma ecco spuntare una band che sa stupire e ci riesce dopo il buon demo del 2012 intitolato "Abusive Grindhouse", con il nuovo ep "Wrapped In Chains". Diciamo subito che il sound della band si è fatto più granitico e deciso che sul precedente lavoro e la resa sonora è decisamente migliore facendo scorrere le quattro tracce che compongono l'ep in modo talmente veloce che si ha subito voglia di riascoltarlo dall'inizio.

L'uscita dell'ep è stata accompagnata dal videoclip di "You Deserve To Die" che insieme a "Dragged By Fate" sono le migliori tracce mai composte dal combo trentino i quali sfoderano un thrash a tratti decisamente tecnico soprattutto in sede solista. Una nota di merito va fatta al cantante, che discostandosi dai canoni del genere, non opta per una voce con falsetti, preferendo essere sì pulita ma senza esagerare, e questo suona "originale" in un contesto odierno nel quale la maggior parte dei gruppi thrash e heavy old school preferisce un approccio alla "Cyriis" (John Cyriis per chi non lo sapesse era il cantante degli Agent Steel e se non sapete chi siano sarete impalati).

"Wrapped in Chains" insomma lascia ben presagire per un futuro full in cui si spera, con alle spalle una buona etichetta e una buona distribuzione, i Final Fright sapranno ritagliarsi il proprio spazio nell'olimpo moderno del thrash metal italico e speriamo anche internazionale visto che i membri del gruppo sono giovani e tempo ne hanno a volontà.
In conclusione consiglio a tutti l'acquisto dell'ep (nonostante a mio parere la copertina sia davvero brutta). Nel frattempo consiglio anche di vederli live perchè le canzoni "spingono" ancora di più che in studio.
Ottimo lavoro.

Recensione di: "Il Meggi"
Voto: 88/100

Tracklist: 1. My Day 04:17
2. You Deserve To Die 03:41
3. Parasite 04:20
4. Dragged by Fate 05:19

DURATA TOTALE: 17:37 

Nessun commento