Profezia "Oracolo Suicida"

Full-length, Raging Bloodlust Records/Moribund Records
(2014)

Profezia è un ottimo progetto black metal italiano ma purtroppo ancora misconosciuto e underground. Nasce nel 2000 per volere di alcuni membri della scena veneta, DomineSaevumGraven e Kvasir (già membri di Abhor) in collaborazione con altri musicisti italiani quali Vidharr (già membro di Chelmno e Near) e M. (già membro di A Forest e The True Endless).
Il penultimo full-length ha visto la partecipazione alla voce di Ynleborgaz degli Angantyr. Dal primo demo, risalente al 2002, ad oggi, il percorso musicale dei Profezia si è sempre delineato intorno a un black metal molto personale, con tematiche legate anche a concetti arcani e misteriosi affini all’esoterismo e alla natura in maniera più introspettiva. Le sonorità dunque sono rimaste sempre legate all’ambient/black, e sono andate evolvendosi naturalmente verso un black malinconico specialmente con gli ultimi due album.

"Oracolo Suicida" è l’ultimo full-length dunque, uscito recentemente per la Moribund Records (anzi ristampato, ed uscito originariamente per Raging Bloodlust Records con un altro artwork).
Una curiosità su quest’album: le canzoni sono tutte state composte tra il 2006 e il 2012. Come già accennato, il sound in questo disco si è spostato più verso un black metal atmosferico, per ricreare sensazioni ed emozioni diverse nell’ascoltatore. I riff semplici e cupi, sono accompagnati dal violino, suonato egregiamente da Ecnerual dei Hortus Animae. La scelta di introdurre uno strumento nobile come il violino può essere condivisa oppure no, ma indubbiamente il risultato è un’esaltazione a livello emotivo, che gli amanti della musica classica sapranno sicuramente riconoscere e apprezzare. Solitudine, empatia, vuoto e desolazione: questo raccontano i testi e il cantato in italiano risulta essere ottimale per esprimere al meglio il messaggio e la ragione d’esistere dei Profezia.

Ogni canzone può essere interpretata come una poesia, o una preghiera che viene dal profondo dell’essere umano e invita a riflettere sulla condizione umana. Miglior brano come forza espressiva il conclusivo "Nato Morto".
Consigliato a collezionisti e appassionati di black metal italiano ma soprattutto a chi sa trovare emozioni nella musica. Per avere "Oracolo Suicida" e gli altri lavori dei Profezia potete rivolgervi alla Moribund Records o ad alcune distro italiane.

Recensione di: Erin
Voto 70/100

Tracklist:

1. Oracolo Suicida 09.22
2. Sacra Tempesta 04.46
3. Senza Il Giorno 09.05
4. Futuro Rivelato 03.23
5. Il Gioco del Parassita 05.47
6. Nato Morto 07.53
DURATA TOTALE: 40:16

Nessun commento