Header Ads

Evilnight "Stormhymns of Filth"

Full-length, Hells Headbangers Records
(2014)

Devastanti! I finlandesi Evilnight mi hanno letteralmente lasciato di sasso con il loro speed/black metal trascinante e furioso, da pogo ed headbanging sfrenato. Immaginate una bella serata passata a bere in un pub lercio, boccali di birra alla mano e lordarsi fino a diventare molesti, volgari e totalmente fuori di testa; ecco che a un certo punto devono per forza entrare in ballo gli Evilnight. Che ve li spariate a palla in auto, che siate a un loro concerto o che siate a una festa metal, loro vi daranno il colpo di grazia.
Rigorosamente edito solo su tape, questo loro full-length d’esordio, che esce per Hells Headbangers Records, sono sicuro non deluderà tutti gli amanti degli anni ’80, e in generale del metal sporco vecchio stampo, in un ipotetica unione tra band come Motorhead, Iron Angel, Warfare e Venom che però non ha come risultato il proporre qualcosa di derivativo e sforzatamente retrò. Nonostante la proposta di questi ragazzi sia davvero classica, la loro genuinità risulta come l’arma vincente di un prodotto che esce fresco e attuale anche ai nostri tempi.

Abbiamo praticamente davanti un blocco unico di canzoni che suonano cattive, veloci e brutali, ma con uno sguardo alla vecchia NWOBHM che dà quel tocco melodico in più, riscontrabile nel lavoro di chitarre, le quali si lasciano tranquillamente andare a brevi ma efficaci assoli in puro stile Heavy Metal. La voce è bastarda, sguaiata, roca, e il sound in generale suona molto reale, gli strumenti hanno un loro bel suono “analogico”, nulla che ammicchi alle moderne produzioni, tante volte davvero impersonali. D’altronde, di fronte ad una proposta del genere, dei suoni moderni sarebbero stati davvero inappropriati, come portare in vineria un astemio. Si potrebbe anche dire che questa band si avvicina agli ottimi Nifelheim, ma nel caso degli Evilnight la componente black metal è molto meno presente, a favore di un tiro punk micidiale, ma probabilmente i fan degli svedesi appena citati potrebbero apprezzare non poco questo ““Stormhymns of Filth”.

Non cito alcun episodio in particolare, tutti sono di altissimo livello, e vi assicuro che ventitré minuti non sembrano affatto pochi per un full-length in questo caso, tanta è la bontà del prodotto e la carne al fuoco che gli Evilnight ci offrono. Capaci di farci davvero divertire, e anche bravi a suonare questo tipo di metal, sempre attuale, gli Evilnight devono essere ascoltati da tutti coloro che si sono rotti altamente di sentire sempre dischi finti e barocchi, ma che preferiscono tornare alle radici del metal estremo nella maniera ottimale. Tape killer!

Recensore: Kosmos Reversum
Voto: 80/100

Tracklist:
1. Evil Knight 02:23
2. Warbikers 01:42
3. Turbofuck 02:24
4. Leather Bitch 01:50
5. Dykes on Bikes 03:00
6. Lord of Darkstar 03:10
7. Napalm Rock 02:01
8. Violators 01:49
9. Evil Night 02:24
10. Queen of the Night 02:23
                       
DURATA TOTALE: 23:06    

Nessun commento

Powered by Blogger.