End Of Helena "She's The End"

Full-length, Self-released, 2012
Genere: Alternative/Grunge/Hard Rock

Gli End Of Helena sono un quintetto partenopeo al loro esordio discografico, She's The End, frutto di musicisti che vantano già una solida esperienza alle spalle, grazie alla militanza in diverse altre band locali.
Il disco totalmente autoprodotto coniuga irruenza punk e riff hard rock, in una miscela che sfocia in una proposta musicale in linea con le sonorità più moderne.

Si pensi all'iniziale Needs, strofa “leggera” in pieno stile grunge e ritornello punkeggiante con tanto di backing vocals. Corner ha un riff più massiccio ed una voce di chiara matrice hard rock. Traccia che nel finale si fa più melodica e romantica.
Lo dico apertamente, le etichette cambiano con i tempi, per me questo è un disco di chiara matrice nu-metal ma forse qualcuno potrebbe storcere il naso a sentire parlare di un “cadavere” nel 2012. Se però per nu-metal intendiamo un genere ibrido, che prende a pieni mani da filoni differenti, amalgamando il tutto attraverso la melodia, allora si può tranquillamente asserire che gli End Of Helena suonano nu-metal ( non della tipologia afferente a Korn e compagnia, parlo dei vari Adema, Incubus e Staind).

La matrice è chiaramente hard rock, ma le variazioni stilistiche si collocano fra il punk e il grunge. Come On Fire, che inizia con un riff punkeggiante, una strofa “nu” (oggi si dice alternative) ed un ritornello post-grunge, con tanto di screaming nel finale.
Indolence è il brano che mi ha colpito maggiormente: il più trascinante ed irruento, complice anche una certa urgenza espressiva. He's Leaving, New Reason Culture e Starting, seguono la struttura delle tracce precedenti, alternando riff trascinanti e groovy con ritornelli aperti e melodici.

Un esordio tutto sommato gradevole. Il disco scorre e si lascia ascoltare. Certo, c'è un debito nei confronti di un modo di fare la musica che è tutto americano, soprattutto per il modo in cui i brani evolvono verso l'easy listening.
Resta comunque il fatto che gli End Of Helena hanno sviluppato un sound internazionale, forse ancora un po' acerbo e da personalizzare. Ma i presupposti ci sono tutti, per una crescita verso prove di carattere superiore.

Recensore: Ersatz
Voto: 70/100

Tracklist:
1- Needs
2- Corner
3- On Fire
4- He's leaving
5- New Reason Culture
6- Indolence
7- Starting

Nessun commento