Header Ads

I Will Kill You “Plastination”



EP, Self-Produced, 2011


Genere: Death/Thrash Metal





Gli I Will Kill You sono una band siciliana che
nasce per volere di L. M. (Goya) che, scritti i brani e registrati in
pre-produzione tra la metà del 2010 e la fine dello stesso, trova nella
incazzata cantante Klaudia (Disasterhate), Peppe (Memories of a Lost Souls)
alla batteria e Andrea (Mannaka) al basso, la giusta quadra del cerchio. Ed ecco
che che nel 2011 esce il primo ep della band, "Plastination".








Partiamo col dire che il genere proposto non è di facilissima classificazione.
Gli I Will Kill You propongono una personale miscela tra death e thrash metal,
dove la graffiante voce di Klaudia si sposa benissimo, donando ai brani quel
quid aggiuntivo in grado di far emergere questa band al di sopra di molte altre.
Indubbie sono anche le qualità prettamente strumentali dei Nostri, che nella
doppietta iniziale (esclusa l’intro “Plastination”) formata da “Embalming the
Human Corpse” – “Dissemble the Faults” mette le cose in chiaro con un sound
dirompente e sempre teso come una corda di violino. La batteria è intenta a
macinare rocciosi tempi in doppia cassa e gli stacchi sono posti in punti
strategici, e molte volte si gioca con chitarre pulite e inserti angoscianti
come urla che provengono da lontano, e sono urla di terrore. Il refrain di “Embalming
the Human Corpse” è davvero trascinante, violento ma in grado di rimanere
impresso facilmente in testa.




La quarta traccia “Senza Respiro (to Ophelia D.)” è una
strumentale fatta di chitarre sognanti e malinconiche, in un crescendo molto emozionale,
il tutto coadiuvato da lievi inserti di tastiera. Ma ci pensa “Mirrors” a
riprendere le redini della violenza, una canzone non velocissima ma davvero
rocciosa, votata a sonorità più prattamente thrash metal, con vaghe inflessioni
moderne.


E arriva la chiusura con “Black Vendetta”, dall’impatto
deflagrante anch’essa, con parti in blast beat che si intersecano con
rallentamenti pesantissimi e un ritornello molto efficace.





In generale quindi siamo di fronte ad un buon prodotto,
suonato bene, prodotto come si deve. Solo le chitarre hanno un suono un po’
confuso, mentre il suono della batteria è ottimo. La voce di Klaudia, come ho
già accennato, la trovo ottima: diabolica, crudele, e si rivela come valore
aggiunto di questo ep. Non resta che aspettare il prossimo full-length per
vedere dove arriveranno questi promettenti ragazzi. Avanti così!





Recensione a cura di: Kosmos Reversum


Voto: 70/100





Tracklist:

1 - Plastination (Intro)

2 - Embalming the Human Corpse

3 - Dissemble the Faults

4 - Senza Respiro (to Ophelia D.)

5 - Mirrors

6 - Black Vendetta



http://www.facebook.com/pages/I-Will-Kill-You/171937116189580




Nessun commento

Powered by Blogger.