Trasos "Living My Death"

Full-length, Self-produced, 2011
Genere: Death/Prog Metal

Giungono al loro full d’esordio i veneti Trasos, i quali sulla carta dovrebbero proporre un genere affine al death metal, ma che a conti fatti sembrano smarrirsi in un mare di intuizioni mal finalizzate e poco focalizzate. Tutto questo appare chiaro sin dalla opener "Slavery", dove tutto appare approssimativo: dalla scelta dei suoni alla equalizzazione degli stessi, fino al bizzarro connubio di generi messo in atto dal combo, tra prog, death metal, black metal e symphonic (metal?).

Le tastiere appaiono fuori contesto e messe troppo in risalto, la forma canzone non esiste, e che non si tiri in ballo il fatto che la band abbia volutamente evitato quest'ultimo aspetto, perchè se questo si chiama "sperimentare" o "osare" soluzioni intricate, allora vuol dire che io non ho mai capito nulla di musica. Con la successiva "Lies" la situazione peggiora ulteriormente, e non riesco davvero ad elencarne i motivi di tale insuccesso, dato che, e non me ne voglia la band in questione, qui non si salva nulla.

A volte I Trasos lasciano trasparire dei buoni riff di chitarra, non banali almeno, ma peccato che la produzione e gli altri strumenti li abbiano affossati in un mare di errori compositivi e non solo, e il tutto rimane un pastone indigesto. "Suffering" prosegue la scia negativa già conosciuta finora, e il disco purtroppo non si risolleva nemmeno nel finale, affidato alla doppietta "Alone" e "The Train Of The Damned", due delle canzoni più brutte che io abbia mai sentito. Non rimene che il dispiacere di stroncare una band al suo esordio, che appare anche tecnicamente non male, ma che deve a mio avviso rivedere TUTTO all'interno del proprio sound, da capo a coda.

Nulla da salvare quindi, il consiglio è quello di ascoltare tanta musica di qualità e trarre degli input necessari per ricostruire una proposta che è, allo stato attuale, impresentabile.

Recensione a cura di: Kosmos Reversum
Voto: 30/100


Tracklist:
01. Slavery
02. Lies
03. Suffering
04. Undead
05. Nightmares
06. Illusion
07. Alone
08. The Train Of The Damned

http://fudo666.altervista.org/
http://www.myspace.com/trasos666

Nessun commento