Header Ads

Ad Plenitatem Lunae "Demo 2010"



Demo, Self-produced, 2010

Genere: Folk Metal



Friulani e nati nel 2005 (quindi in giro già da un po'), gli APL sono un gruppo folk che - una volta tanto - ha deciso di lasciare dove stanno le storie nordiche trite e ritrite, concentrandosi su folklore e storie della propria regione, che davvero non ha nulla da invidiare a località più famose, anzi. Anche e sopratutto per questo, i testi sono stati scritti rigorosamente in dialetto friulano, soluzione inusuale ma che si amalgama senza problemi al contesto delle canzoni.



Canzoni che, fra zampogne, flauti e strumenti tradizionali, incontrano parzialmente il metal con originalità e atmosfera, ingredienti rari in un ambito, quello del folk, che ha subito negli ultimi tempi una drammatica standardizzazione al ribasso. Certamente non è tutto perfetto, ma il songwriting mostra una attenzione e una cura che nel complesso è pienamente convincente.


Chi necessita necessariamente di termini di paragone specifici per trovare le coordinate di riferimento, può pensare, al netto di un power qui fortunatamente assente, a diversi passaggi dei primissimi Elvenking, ma con suoni decisamente più "medievali" (come le parti corali, molto suggestive) e realistici, senza troppa maniera. 





Lo scenario è di quelli cupi, severi, realmente evocativi di tempi passati e storie misteriose. Nessuna plastica da queste parti.

Se questo demo è una promessa, si tratta di un impegno che lascia davvero ben sperare, con presupposti lusinghieri per il futuro degli APL, gruppo una spanna sopra i debuttanti non solamente italiani. Meritano un passaparola incondizionato.



Recensione a cura di: Burning Stronghold

Voto: 80/100



Tracklist:

1- Sante Agnês

2- La Cjace

3- La Strie



www.myspace.com/adplenitatemlunae

www.facebook.com/pages/Ad-Plenitatem-Lunae/111559028888899

1 commento:

  1. "...i testi sono stati scritti rigorosamente in dialetto friulano..."

    LINGUA friulana, per cortesia!

    a parte questo, effettivamente gli APL sono veramente un gruppo d'eccezione, non mi stupirei se nei prossimi anni riuscissero ad arrivare veramente in alto nello scenario folkmetal europeo!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.